lunedì 7 settembre 2015

Io faccio Personal Branding, e tu?

  
(tempo di lettura medio 2 minuti, photo @MagneticFotoStudio, restyling Onebit Soluzioni Informatiche

Io compro online da anni sia materiali che servizi e mi affido a professionisti del settore. Se devo scegliere tra chi si presenta con un sito non ottimizzato per mobile e chi garantisce assistenza tecnica e una procedura automatizzata e responsive, scelgo i secondi sempre. Io bado ai contenuti e vado a fondo nell'analisi perché voglio risparmiare tempo, ma non risparmio in qualità. Io, infine, curo il mio Personal Branding perchè credo che i miei clienti li troverò online!

Ma facciamo qualche passo indietro...

Il blog Amicaweb è nato come vetrina istituzionale, in un momento in cui stavo avviando la mia attività e pertanto mi sono dedicata al Business Plan, al percorso MIP e a quei processi che mi hanno consentito di aprire Partita Iva con le idee chiare e cognizione di causa.

Nei primi mesi di attività ho cercato di supportare i miei clienti con costante formazione in aula e sui libri, e ho capito che mettersi al centro è la mossa vincente. (Complici anche le letture di Skande e Rudy Bandiera di Netpropaganda, basti pensare al loro motto... Condivide et impera )

Alcuni miei clienti che ci hanno messo la faccia hanno iniziato a svegliare i loro fan sopiti e a coinvolgerli. Chi ha scelto lo storytelling ha ricevuto consensi, fidelizzazione e contatti non solo di potenziali clienti, ma di veri e propri sostenitori.

Ed è per questo che...

Sono felice quando un cliente mi dice che stiamo andando nella giusta direzione perché ci sono anch'io, accanto a lui, a guidare il suo processo di personal branding.

Io sostenitrice della vecchia scuola guida, tendo sempre a guidare veicoli online con i doppi comandi (restando in tema), perché un lavoro in sinergia è più produttivo e paga. 


Quindi predicando quotidianamente il mio credo, ho deciso di metterci la faccia anch'io! Perché, in un mondo che si basa sempre più sul digitale, le chiavi dei vostri social, del vostro blog e della vostra presenza online sono le cose più preziose che Voi possediate. I vostri social meglio darli a professionisti e chiudere la porta a doppia mandata a chi si improvvisa tale.

Sono certa che conoscermi virtualmente, leggere ciò che scrivo e condividere il mio credo, vi avvicinerà empaticamente alla mia idea di presenza online. E sarei lieta se voi condivideste con me le vostre opinioni, sul restyling in atto.

Per tutto il resto, c’è sempre la buona e vecchia stretta di mano e un incontro vis à vis dietro ad un buon caffè caldo. Io credo anche nel caffè e nel contatto umano, sempre.


Marianna
http://www.amicaweb.it 

Pubblicato da